Sembra una fake news, ma non lo è. A molti non è sfuggito il video su Instagram del Partito Democratico in cui Matteo Renzi canta La Musica Non C’è di Coez. Il politico, che in queste settimane è impegnato nel contestatissimo tour “Destinazione Italia”, prova a tirare su i consensi parlando ai più giovani. Così, prima canta il ritornello del brano e poi sbotta divertito contro i suoi compagni: “Stai stonando tutto, cazzo!”. Il segretario si mette sulla scia dei politici “canterini” che provano a rinfrescare la propria immagine in piena campagna elettorale, come il Berlusconi di apicelliana memoria o il Formigoni in ‘versione pianobar’. Per non parlare di Beppe Grillo, che approfitta di ogni suo comizio per suonare un po’ di blues. Stavolta però l’età della platea si abbassa e la scelta cade su un tormentone del momento.

Piccolo appunto: Coez è uno degli artisti che hanno più riscosso successo in questo 2017. Il suo ultimo disco “Faccio un Casino” oltre ad aver raggiunto diversi dischi di platino vanta hit come “La Musica non c’è”, “Faccio un casino” e “Le luci della città”. Un grande progetto musicale che ha consacrato la figura dell’artista romano. Silvano Albanese, nome d’arte Coez, in questi anni ha saputo unire il rap al pop e il risultato è sotto gli occhi di tutti. Anche di Matteo Renzi verrebbe da dire, che in uno slancio di allegria ha cantato la sua canzone. In molti ci hanno visto un tentativo per strizzare l’occhio agli elettori più giovani. Il prossimo passo è vederlo cantare un pezzo trap e fare la dab.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, scoperto un set a luci rosse in una cisterna di epoca romana

next
Articolo Successivo

Nick Carter dei Backstreet Boys accusato di stupro dalla cantante Melissa Schuman: “Sono sotto shock, è la prima volta che sento queste accuse”

next