Circa duemila studenti hanno manifestato a Roma contro l’alternanza scuola-lavoro e i provvedimenti della manovra finanziaria riguardanti la pubblica istruzione. “Simbolicamente alcuni di noi si sono messi in mutande per dire che la scuola non ci sta lasciando neanche più i vestiti”, ha commentato la studentessa Elena Turchi. Il coordinatore nazionale degli studenti medi, Gianmarco Manfreda, ha aggiunto: “Non abbiamo avuto risposte chiare dalla politica e siamo tornati in piazza. Gli studenti hanno sfilato per le vie di Roma, da piazzale Ostiense fino alla sede del Miur in viale Trastevere

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alicudi, la scuola più piccola d’Europa: 3 alunni, 357 gradini e nessuna campanella. E la maestra di matematica rinuncia

next
Articolo Successivo

Scuola-Lavoro, a Milano studenti occupano Zara. Storie di alternanza tra pela patate e assi da stiro: “E’ lavoro gratis”

next