Alla lista delle star di Hollywood accusate di molestie sessuali si aggiunge anche il nome di Richard Dreyfuss. La scrittrice Jessica Teich ha raccontato alla rivista Vulture di aver subito ripetutamente avance dall’attore negli anni ’80, in particolare nel periodo in cui entrambi – lei aveva 20 anni, lui 12 di più – lavoravano alla commedia della Abc Funny, You Don’t Look 200: A Constitutional Vaudeville. Dreyfuss era presentatore, produttore e co-autore. Teich ha raccontato di un episodio nel quale l’attore si sarebbe spogliato davanti a lei nel suo camerino. La donna ha deciso di parlare dopo che l’attore ha espresso la sua solidarietà per il figlio Harry che ha raccontato a Buzzfeed di essere stato molestato da Kevin Spacey quando aveva 18. Dreyfuss ha risposto alle accuse dicendo di aver fatto alcuni errori in passato ma ha negato di essersi spogliato davanti alla donna e di essere un molestatore: “Nego di essermi mai ‘esposto’ a Jessica Teich, che ho considerato un’amica per trenta anni. Ho flirtato con lei e mi ricordo di aver provato a baciarla come parte di quello pensavo fosse un rituale di seduzione consensuale che è andato avanti per molti anni. Provo orrore e sono sconvolto nello scoprire che non lo era. Non l’avevo capito. Mi spinge a rivalutare ogni rapporto che pensavo fosse reciproco e giocoso”.

 

 

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Victoria Cabello, la malattia di Lyme l’ha costretta a tre anni di assenza dalla tv. Ora torna con Monchhichi: “Mi confronto con i bambini”

next
Articolo Successivo

Fausto Brizzi disperato: solo e dimagrito, il regista nel suo periodo più nero

next