Alzi la mano chi non ha mai visto, quando meno in foto, il famoso angolo pubblicitario che fa di Piccadilly Circus uno dei luoghi più noti al mondo della “City”, il cuore di Londra. Anche qua, le cose stanno però per cambiare, seguendo le tecnologie del futuro, un po’ come fanno Google, Facebook ed altri fruitori di contenuti in internet al vostro passaggio, mostrandovi pubblicità “mirata”. Il famoso pannello multiplo di Piccadilly sarà infatti presto in grado di rilevare le marche e i modelli delle auto che transitano davanti, ma non solo questo: anche età, sesso e persino stato d’animo del singolo conducente individuato, modificando l’annuncio mostrato in funzione di questo specifico profilo.

Secondo il portale di Auto Express, che ne dà notizia, i vari pannelli multipli saranno attrezzati con sistemi di telecamere high-tech, nascoste dietro la parte visibile. Futuro? Nemmeno troppo, perché l’intenzione di amministrazione londinese e inserzionisti è quella di implementare questa nuova tecnologia già nel corso delle prossime settimane per iniziarne sperimentazione e messa a punto prima del periodo di punta della piazza, vale a dire il periodo di acquisti verso Natale. Se tutto andrà secondo le aspettative, il progetto della cartellonistica pubblicitaria multimediale e personalizzata sarà successivamente lanciata anche a livello nazionale.

Il Piccadilly’s Light è lo schermo digitale più grande d’Europa ed è gestito e detenuto da Land Securities. Nella pagina web dell’azienda, la ditta dichiara che “lo schermo può offrire contenuti di annunci personalizzati che rispondono a fattori in tempo reale, come il tempo o il colore delle automobili che passano; non raccoglierà né conserverà alcun dato personale”. Come prevedibile, aggiunge Auto Express, la nuova forma di pubblicità ha attirato critiche dai gruppi sensibili al fattore privacy.

Tra cui l’influente comunità di diritti civili Big Brother Watch che ha dichiarato al Times: “Quando il nuovo look di Picadilly Circus sarà rivelato al grande pubblico, sarà sotto ogni aspetto una zona da evitare in modo categorico per chiunque voglia mantenere privacy e sicurezza personali lontano da occhi indiscreti. L’idea che Piccadilly Circus diventi un “muro” di annunci personalizzati basati sul sul monitoraggio di persone, veicoli e connessioni WiFi, travalica in modo agghiacciante ogni senso della misura”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fiat Tipo, i Carabinieri hanno una nuova “recluta” – FOTO

next
Articolo Successivo

Guida autonoma, “se non regolamentata farà aumentare il traffico in città”

next