“I sondaggi ci danno a oltre il 10%”. Mostra sicurezza Luca Marsella, candidato presidente del X Municipio di Roma con CasaPound Italia. “Secondo me siamo ancora più in alto”, aggiunge a margine di una cena elettorale venerdì 20 ottobre a Ostia, che ha visto la partecipazione, secondo gli organizzatori, di oltre 300 persone e a cui ha preso parte anche l’ex modella Nina Moric.  “La gente ancora ha qualche difficoltà a dire che vota CasaPound, ma molti lo faranno nel segreto dell’urna”, dice Marsella. “Perché noi siamo sul territorio, e siamo gli unici. Siamo una specie di sindacato del popolo”. A Ostia, racconta, con la raccolta alimentare aiutano “250 famiglie che vengono nella nostra sede ogni mese a prendere i pacchi alimentari”. Il movimento ha già fatto parlare di sé qui sul litorale laziale. “Abbiamo anche fatto azioni forti. Come quando abbiamo allontanato gli abusivi dalle spiagge“, dice il candidato. “Azioni del genere continueranno a contraddistinguere il nostro movimento. I giornali l’hanno fatta passare come un’azione sopra le righe. Forse lo è, ma noi volevamo sottolineare e difendere i commercianti italiani, abbandonati, che ci chiamano ogni giorno”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ostia, Nina Moric alla cena elettorale di Casapound: “Io candidata? Se lo ha fatto Razzi, posso farlo anch’io”

prev
Articolo Successivo

Gentiloni non si fa influenzare

next