Il cabarettista Marco Della Noce, che molti ricordano come capomeccanico Oriano Ferrari a Zelig, è finito in mezzo alla strada dopo che la moglie, da cui si è separato, è riuscita ad ottenere gli alimenti per i tre figli quindi il pignoramento della sua partita IVA. La sua storia, raccontata da Il Giorno, ha fatto il giro di giornali e siti tanto da mettere in moto una catena di solidarietà da parte di un gruppo di attori e cabarettisti italiani. Tra loro ci sono Stefano Chiodaroli, Francesco Rizzuto, Enzo Polidoro, Eugenio Chiocchi e l’idea è quella di organizzare una serata con l’obiettivo di raccogliere fondi per il cabarettista. ”Cercheremo – dice il mago Francesco Scimemi – anche di sensibilizzare l’amministrazione comunale di Lissone (dove Marco ora vive, ndr) affinché possa trovare al più presto al collega che per ora dorme in automobile una sistemazione dignitosa”.