La storia di presunti tradimenti fotografati e non tra Elisa Isoardi e Matteo Salvini ha tenuto banco per giorni. E nel numero di Chi in edicola questa settimana a scriverne è Vittorio Sgarbi, che si lancia in una disamina tra la differenza tra “essere cornuti al Nord e al Sud” e ricostruisce a suo modo la vicenda. La Isoardi, spiega Vittorio, ha scelto una meta gremita di paparazzi: “Un Matteo scaccia Matteo (questo il nome dell’uomo che la conduttrice bacia negli scatti pubblicati sempre da Chi, ndr) e in modo così plateale da irritare anche me, solidarizzando con il Matteo mortificato”. E perché Elisa avrebbe scelto di fare un gesto del genere? Sgarbi la spiega così: “L’incontro tra il leader della Lega e la marocchina Ahlam El Brinis in una discoteca aveva avuto un seguito privato anche se probabilmente non compiuto… La Isoardi, come ogni donna, ha pensato il peggio… Poi nel dubbio si è vendicata. Che Salvini l’abbia fatto o non fatto, la lezione c’è stata”. Sgarbi chiude complimentandosi con Salvini, che ha chiuso la vicenda con un post su Facebook, per la signorilità e l’autocontrollo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ius soli, ecco il test di italianità: chi ha le caratteristiche biologiche dell’italiano perfetto? La rubrica di Martina Dell’Ombra

next
Articolo Successivo

Eva Henger, dalla poesia al porno: “Ho provato per curiosità. Malena come Moana o Cicciolina? Non vale la loro bellezza”

next