Giornata d’incontri per Giuliano Pisapia a Roma. In mattinata il leader di ‘Campo progressista‘ ha incontrato Giuseppe Civati, leader di ‘Possibile’, poi Roberto Speranza. A questo secondo incontro, dopo circa un’ora si è aggiunto Massimo D’Alema. All’uscita un comunicato congiunto di ‘Campo Progressista’ ed Articolo 1-Movimento Democratico e Progressista, sancisce l’istituzione di un coordinamento tra i due movimenti “aperto, plurale e provvisorio”. Lavori in corso, che paiono preclusi però a ‘Pisapia incontra Civati D’Alema ed Orlando: “No a mia candidatura? Non cambio idea”‘, che Pisapia oggi non ha incontrato, preferendo un incontro con Andrea Orlando e Gianni Cuperlo. Stato dell’arte che viene riassunto da Giuseppe Civati: “Tutti si rendono conto che presentarsi con più soggetti diversi non avrebbe senso, ma stiamo andando un po’ ‘despacito’. Bisogna accelerare”. Piattaforma comune e primarie: questi i punti di condivisione finora tra le diverse anime ‘a sinistra del Partito democratico’.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La papera di Alessandro Di Battista alla Camera: “Macron, un novello Napoleone. Almeno quello combatteva ad Auschwitz”

next
Articolo Successivo

Renzi: “Costa? Lo stimo, è stato coerente ad andarsene da Berlusconi”. Ap: “Bugiardo e ipocrita”

next