Dopo le polemiche sollevate da un post su Facebook da “Forza Nuova Napoli”, in cui si leggeva lo striscione “ci vogliono gay e drogati ci troveranno rivoluzionari!”, rivolto al sindaco di Napoli Luigi de Magistris e all’Arcigay, è stato proprio il primo cittadino e il presidente del movimento arcobaleno a rispondere. Lo hanno fatto in occasione del Mediterranean Pride of Naples. “Meglio frocio che fascista. Questa maglietta che indosso ricorda che la nostra Costituzione è nata sull’antifascismo – spiega il presidente di Arcigay Napoli Antonello Sannino – Napoli è la prima città d’Europa a essersi liberata da sola dall’occupazione nazifascista, e non permetterà mai nessun tipo di rigurgito”. Ironica la risposta del sindaco Luigi de Magistris, che alla domanda “cosa risponde allo striscione di Forza Nuova”, commenta: “Noi siamo la città delle Quattro giornate. È una medaglia al valor militare ricevere un attacco da Forza Nuova o Casa Pound”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Milano Pride, migliaia di persone in marcia per i diritti Lgbt: “Diritti senza confini”. Presenti bandiere di Pd e Cinque Stelle

prev
Articolo Successivo

Bologna, azienda rifiuta la richiesta di stage di un ucraino perché è straniero. Poi la marcia indietro: “Solo un errore”

next