Imagine“, il brano capolavoro di John Lennon, non appartiene più solo a John Lennon (e ai milioni di fan che ogni giorno lo ascoltano da quando è stata incisa). Questa canzone, una delle più famose e iconiche di sempre, ha infatti un co-autore: Yoko Ono. La National Music Publishers’ Association of America ha aggiunto l’artista ai “crediti” del maggior successo di Lennon da solista.

“E’ mio speciale onore correggere quanto abbiamo registrato 48 anni fa”, ha detto David Israelite, presidente e CEO della NMPA nel corso del gala annuale dell’organizzazione a New York. In sedia a rotelle per una malattia “influenzale” Yoko era presente alla cerimonia, accompagnata dal figlio Sean.

Molte le polemiche da parte dei fan, soprattutto da parte di quelli che hanno sempre considerato Yoko causa della rottura di Lennon con i Beatles. Ma la scelta della National Music Publishers’ Association of America ha anche risvolti legali perché implica un prolungamento del copyright: i diritti di autore negli Usa scadono 70 anni dopo la morte.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Max Biaggi, la prognosi resta riservata: aggiornamenti dal papà Pietro. Bianca Atzei su Instagram: “Stammi vicino, tutto si aggiusterà”

next
Articolo Successivo

Carrie Fisher, svelate le cause della morte: apnea notturna combinata con altri fattori

next