Bagarre a L‘Aria che Tira (La7) tra la deputata di Forza Italia, Michaela Biancofiore, e la giornalista de Il Corriere della Sera, Maria Teresa Meli, sulla norma relativa alla legittima difesa. La polemica esplode quando la parlamentare contesta il commento del direttore de ilfattoquotidiano.it, Peter Gomez: “Voi giornalisti dovete capire che è il popolo chiede questa legge. Non siate sempre distanti dalla gente”. “Veramente i politici fanno politica senza stare appresso ai sondaggi e, se non fanno così, sono dei poveracci“, ribatte Meli. “I giornalisti evidentemente non stanno in mezzo alla gente” – replica Biancofiore – “Io sì, vado sempre nei mercati, abbraccio le persone“. “Ah, voglio vedere questo film”, commenta Meli. “Vieni, vieni a fare un giro a Bolzano, così vedi se sto tra le gente o meno”, risponde la deputata. “Bolzano poi notoriamente è indicativa di tutta l’Italia”, ironizza la giornalista. “Certo, è la più indicativa del resto dell’Italia. Queste cose tu da giornalista molto esperta dovresti saperle” – controbatte la parlamentare – “Santo Dio, i cittadini non hanno una percezione di insicurezza, ma hanno paura, da Bolzano a Lampedusa. Noi politici stiamo dando una soluzione”. “No, la politica incoraggia questa paura con una legge schifosa“, ribadisce Meli. Biancofiore poi attacca lo scrittore Roberto Saviano e si rende protagonista di una nuova polemica con la firma del Corriere: “Io non conosco il cittadino? Ma vieni con me, io ho preso 33mila preferenze e sto sempre a sporcarmi le scarpe!”. “Calmati 3 secondi e parla come una persona civile. Stai dicendo castronerie“, replica Meli. La giornalista poi esprime le sue dure critiche sulla strategia dem: “Il Pd si sta facendo dettare l’agenda dai grillini e dalla destra, prima sul decreto Minniti, sul quale, per la maggior parte, sono a favore, e poi sulla legittima difesa. Il Pd non ha il coraggio di portare avanti le sue idee. E’ noto che io abbia paura di un governo grillino

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Legittima difesa, Gomez a Esposito (Pd): “Non passerà mai al Senato. Non è saggio inseguire gli avversari su certi temi”

prev
Articolo Successivo

Elezioni Francia, fuorionda di Macron in diretta tv. Mentana ironico: “Forse andremo nei guai per averlo trasmesso”

next