Iva Zanicchi “pazza” di Andrea Orlando. Ospiti entrambi – il Ministro in studio, la Zanicchi al telefono – di Giorgio Lauro e Geppi Cucciari a Un Giorno da Pecora su Rai Radio1, i due si sono scambiati complimenti a vicenda, dopo l’esplicito endorsement della cantante al candidato alla segreteria del Pd. “Io spero che Orlando esca vincitore dalle primarie. Se succede, io vado e canto per lui gratuitamente”, è la promessa di Iva Zanicchi.

“Io sono pazza di lui, è bello, giovane, parla bene, non si arrabbia mai, è pacato e non promette mari e monti – aveva detto poco prima – io sono per lui, mi auguro ardentemente che possa vincere perché abbiamo bisogno di un uomo così“. La cantante ha dichiarato che domenica 30 andrà a votare alle primarie per il ministro della Giustizia: “Si pagano due euro? Beh, io ne do anche quattro per Orlando”. In studio le chiedono per quali motivi lo apprezza così tanto. “Per i motivi che ho detto prima – è la risposta di Iva Zanicchi – Poi perché ha cantato Zingara. E poi perché lui è di La Spezia, e io lì ho tantissimi parenti ed amici. Quando lui si affaccia alla finestra di casa, e guarda le montagne, lì c’è casa mia, Ligonchio, mica poco”.

A quel punto è arrivata la risposta di Orlando, altrettanto gonfia di complimenti: “È la cantante che ha vinto più Sanremo – ha detto a Rai Radio1 – c’è una sua canzone in un film di Luchino Visconti, voglio dire…e poi Dio come ti amo, cantata da lei, è uno dei pezzi più struggenti della musica italiana“. Ascoltati questi elogi, la Zanicchi ha promesso: “Se vince, canterò gratis per lui”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cari amici, si dice “UNA TRANS” e non “UN TRANS”. E ci sono differenze tra trans, travestite, drag queen e trans operate. Perché il rispetto passa anche dalle parole

next
Articolo Successivo

Karaoke, ecco i 5 motivi per cui è tornato di moda

next