I Radicali guidati da Marco Cappato hanno seminato cannabis in piazza Duca d’Aosta a Milano, fra la stazione Centrale e la sede del Consiglio regionale della Lombardia, in occasione della Giornata mondiale della Cannabis. Al termine della ‘semina proibita‘, Cappato è stato identificato dalla Polizia che ha sequestrato alcuni dei semi distribuiti ai passanti. Cappato ha spiegato ai giornalisti la campagna di legalizzazione della cannabis sostenuta dai Radicali, mostrando la bustina (con lettera di accompagnamento) contenente il seme a disposizione di tutti per consumare da sé senza rivolgersi alla criminalità. Secondo l’esponente dei Radicali, siamo “nelle ultime settimane utili perché il Parlamento riprenda la discussione della legge sulla cannabis, altrimenti dovremo attendere altri due o tre anni per farlo”, essendo vicina la fine della legislatura. “Non pretendiamo – ha aggiunto Cappato – che il Parlamento sia d’accordo al 100% con noi, ma pretendiamo un’assunzione di responsabilità“. Un appello è stato formulato anche perché il Consiglio regionale lombardo discuta un progetto di legge sulla cannabis terapeutica già depositato ma fermo. Insieme con Cappato a Milano anche Antonella Soldo, presidente dei Radicali italiani, e Barbara Bonvicini, segretaria dell’associazione Enzo Tortora-Radicali Milano, a loro volta identificate dalla Polizia.

A parole nostre - Sogni, pregiudizi, ambizioni, stereotipi, eccellenze: l'universo raccontato dal punto di vista delle donne. Non solo per le donne.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Frosinone, animalisti denunciano maltrattamenti nel mattatoio: “Vitelli lanciati dai camion, presi a pugni e calci”

next
Articolo Successivo

Biotestamento, Camera approva la legge. Boldrini: “Atto di responsabilità”. Coscioni: “Ora si discuta subito al Senato

next