Il governo dà il via libera al decreto per eliminare definitivamente i voucher e gli imprenditori decidono di fare scorta prima che non siano più in circolazione. A breve, infatti, non si potranno più vendere i voucher ma ci sarà una finestra fino al 31 dicembre 2017 per utilizzare quelli già acquistati. A confermare l’impennata di vendita negli ultimi giorni è un tabaccaio del centro di Milano: “Io fino a poco tempo fa ne vendevo una media di 500 euro al giorno. Solo oggi ne ho venduti per 3500 euro. Erano uno strumento utilissimo ed è per questo che si è scatenato il panico. È come la scorta di generi alimentari ai tempi della guerra. È un danno per tutti imprenditori, lavoratori ma anche noi tabaccai”.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Voucher, governo li cancella per decreto per non fare il referendum. Gentiloni: “Così evitiamo strumentalizzazioni”

next
Articolo Successivo

Voucher aboliti, e adesso? Cosa cambierà secondo ristoratori e baristi: “Saremo in difficolta: giovani a casa. O in nero”

next