Vittorio Bos Andrei, in arte Cranio Randagio, è stato ucciso da un mix di alcol, anfetamine e droghe. A stabilirlo sono stati gli esami tossicologici disposti dalla magistratura. Il 22enne ha perso la vita lo scorso 12 novembre in un appartamento alla Balduina mentre partecipava a una festa con amici. La morte del giovane continua a essere oggetto di indagine: i carabinieri stanno infatti cercando di individuare gli spacciatori che fornirono le sostanze.

 

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tifanny Pereira, scende in campo la pallavolista che prima era un uomo

next
Articolo Successivo

Bebe Vio, minacce di violenza sessuale su Facebook. Codacons presenta un esposto

next