L’abolizione delle Province (ma solo dalla Costituzione)
Le Province saranno abolite per accogliere il mantra di questi anni che ne ha fatto il nodo centrale dei risparmi dello Stato, a torto o ragione. Ma le Province saranno abolite dalla Costituzione, il che non significa che non esisteranno più. Innanzitutto esisteranno le Città metropolitane, le quali vengono inserite al posto delle Province senza una evidente logica. In più, l’articolo 40 delle legge Boschi prevede “enti di area vasta”, intesi come enti intermedi tra Regioni e Comuni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum, Schaeuble: “Spero che Renzi abbia successo, se potessi voterei per lui”

next
Articolo Successivo

Roma, ok a mozione M5s per il No al referendum. Opposizioni fuori dall’Aula

next