Kapò
2003, Strasburgo, seduta dell’Europarlamento. Il capogruppo del Pse, il tedesco Martin Schulz, attacca Berlusconi, da poco presidente di turno dell’Ue. Il leader del centrodestra italiano risponde dicendo che vede bene Schulz per un film sui nazisti e lo proporrà nel ruolo di kapò. Alle proteste di quasi tutti i partiti d’Europa, Ds e Margherita compresi, Elio Vito – capogruppo di Forza Italia – risponde che si tratta del “solito e scontato ritornello contro Berlusconi e dobbiamo registrare con grande apprensione che rispunta forte e virulento lo spirito antitaliano del centrosinistra”. Rocco Buttiglione, ministro, la definisce una “buccia di banana”.