“La frase ‘costruiremo una piscina con tanto cloro per lavare i profughi’? Non l’ho mai detta, è solo una strumentalizzazione dell’opposizione”. Così il vicesindaco leghista di San Giorgio in Bosco (Padova), Nicola Pettenuzzo, smentisce ai microfoni de La Zanzara (Radio24) l’infelice battuta che avrebbe pronunciato al culmine di una bagarre durante il Consiglio comunale. L’esponente del Carroccio, che incorre in una gaffe nel salutare “i telespettatori” della trasmissione radiofonica, nega a più riprese di aver detto quella frase, così come denunciato i consiglieri comunali di opposizione del Comune. Intervistato, però, da Tg Padova, il sindaco leghista di San Giorgio in Bosco, Renato Bobo Miatello, non smentisce la dichiarazione di Pettenuzzo: “Quando l’opposizione ti fa delle domande che sono sempre le solite, perché non hanno altri argomenti, ti spazientisci e rispondi così. Quella frase sul cloro non è assolutamente razzista

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eugenio Scalfari è grillino, ma non lo sa

next
Articolo Successivo

Roma metropolitane, Raggi: “Stop sperpero, non ricapitalizziamo. Ma costruzione metro C continua”

next