Tanto tempo fa erano le Moto Guzzi ad accompagnare il servizio della Polizia Stradale italiana, ma i tempi cambiano e la globalizzazione incombe. Come per le “colleghe” volanti a quattro ruote, appannaggio ormai in molti casi di marchi stranieri, anche le motociclette allargano i propri orizzonti. E per la prima volta lo fanno in direzione Oriente: alla Polstrada di Milano sono state infatti consegnate due Yamaha FJR 1300, ovviamente in allestimento speciale, con prestazioni superiori. Si tratta infatti di moto da 140 cavalli di potenza, che possono raggiungere una velocità massima di 250 km/h. Performance da sportive, ma comfort adeguato ai lunghi pattugliamenti quotidiani. Sono lontani gli anni ’30, quando le Guzzi avevano 15 cavalli e non superavano i 90 orari

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Jeep, il regalo di compleanno è una concessionaria “mobile” – FOTO e VIDEO

next
Articolo Successivo

Toyota Mirai, l’auto a idrogeno che vince i rally – FOTO

next