Fin dalle prime ore del mattino, incessanti i saluti alla camera ardente al Piccolo Teatro Strehler di Milano del premio Nobel Dario Fo. Alle 11 l’inizio della processione dal Teatro in via Marco Greppi fino in piazza Duomo per la cerimonia laica. A sorreggere la bara in processione, il giornalista Gad Lerner, lo scrittore Stefano Benni e il figlio Jacopo. Subito dopo, in corteo il sindaco di Milano Beppe Sala, la sindaca di Roma Virginia Raggi e il primo cittadino di Torino Chiara Appendino  di Elisa Murgese

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dario Fo, pugno chiuso e ‘Bella ciao’ sul sagrato del Duomo. Jacopo: “Ciao compagni”

next
Articolo Successivo

Dario Fo, Petrini: “Bisogna stare allegri, che il troppo piangere non fa onore agli amici”

next