“Il Pd passa da 16 seggi a 8, peraltro in coalizione. Il Movimento 5 Stelle correva da solo e passa da 2 seggi a 9. Non è una battuta d’arresto”. Così la sindaca di Roma Virginia Raggi a chi le chiede se il Movimento 5 Stelle abbia avuto una battuta d’arresto alle elezioni per la Città metropolitana, a causa della chiamata alle armi da parte dei partiti. “Non c’è stata nessuna aspettativa tradita – ha aggiunto – anche perché questo è un voto ponderale che dipende da un calcolo preciso che spetta a ciascuna città. Quindi abbiamo rispettato esattamente le aspettative e questo è tutto quello che ci si può aspettare da un’elezione di secondo livello”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Anticoncezionali, i rischi che Renzi non calcola

next
Articolo Successivo

“Regeni come i marò”, lo striscione rimosso infiamma il Comune di Trieste. Manifestanti entrano in Consiglio

next