Il ritorno dell’Italicum in Parlamento sarà il 21 settembre prossimo. La riunione dei capigruppo di Montecitorio ha fissato su richiesta del Pd il voto sulla mozione di Sinistra Italiana per mercoledì alle 16 e non martedì 20 come ipotizzato in un primo momento. La discussione generale resta invece fissata al 19 settembre.

Il documento era stato presentato a fine giugno e già aveva fatto discutere. Fino a poche settimane fa l’ipotesi che il sistema di voto fosse modificato era stata respinta con forza dai rappresentanti del governo Renzi e del Partito democratico, ora l’idea non viene più scartata. Lo stesso presidente del Consiglio ha ribadito più volte che se si trovano i voti in Parlamento si potrà procedere alle modifiche. Il Pd affronterà l’argomento martedì 19 settembre nell’assemblea del gruppo alla Camera alla vigilia della votazione in Aula. Alla riunione, convocata dal presidente del gruppo Ettore Rosato, non parteciperà a quanto si apprende il segretario Renzi, di rientro da New York per l’assemblea Onu.

“Ora non si può più scherzare”, ha detto il capogruppo di Sel alla Camera Arturo Scotto, “e il Parlamento ha la possibilità, dopo la fiducia che è stata una lesione alla sua autonomia, di intervenire sull’Italicum e tentare di rimediare all’incostituzionalità della legge elettorale oggetto di un ricorso presso la Corte costituzionale. Mi auguro il parlamento rimedi al danno di una legge sbagliata e incostituzionale”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Referendum, Travaglio: “Bersani vuole correggere riforma? Disperato tentativo di salvare il Pd”

prev
Articolo Successivo

Travaglio: “Napolitano? La vera rovina del Pd e di Bersani. Prodi? Vota No al referendum, ma non lo dice”

next