“Preoccupato”, ma confortato dal sostegno e dall’affetto di tanta gente. “Che bella un’Italia così, in cui tutti si vogliono bene!”. Silvio Berlusconi parla alla vigilia dell’operazione al cuore in programma martedì 14. “Sono naturalmente preoccupato – scrive il leader di Forza Italia – Ma sono stato molto confortato dalle tantissime marina berlusconidimostrazioni di stima, di sostegno e di affetto che mi sono pervenute da ogni parte, anche dai cosiddetti avversari politici.  A tutti un grazie riconoscente e un abbraccio affettuoso”. Tra le visite ricevute quella dell’ex sottosegretario Gianni Letta, braccio destro di Berlusconi a Palazzo Chigi in tutti i governi di centrodestra. Letta dice di aver trovato Berlusconi “sereno, tranquillo, determinato”. “Gli ho portato l’affetto di tutti gli italiani” ha aggiunto Letta. “Segue tutto – continua l’ex sottosegretario – con la stessa attenzione con cui ha sempre fatto tutto”, quindi anche la campagna elettorale per i ballottaggi di Milano e Bologna, dove il centrodestra è in corsa per conquistare la poltrona di sindaco. Letta, rispondendo a chi chiede se Berlusconi guarderà in televisione Italia-Belgio, ha risposto: “Tifa per l’Italia”.

eleonora berlusconiLa prima persona vista arrivare in giornata al San Raffaele è stato l’avvocato Niccolò Ghedini che ha parlato di una “ottima notte”. A visitare l’ex presidente del Consiglio anche le figlie Marina e Eleonora. “Sto andando a trovare mio padre che subirà domani un intervento a cuore aperto, non è il momento di fare dichiarazioni” sono state le parole della presidente di Mondadori. Anche Fedele Confalonieri, presidente Mediaset, è comparso al San Raffaele.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Forza Italia, un direttorio per il dopo Berlusconi. E Marina cerca un tutor per spazzare via il cerchio magico

prev
Articolo Successivo

Maria Carmela Lanzetta, l’ex ministro antimafia dimenticato dal Pd e da Renzi. “Faccio la farmacista e vivo sotto scorta”

next