Uno è giudice di X Factor, l’altro è stato coach di The Voice e ha guidato, con Nek, una delle due squadre del serale di Amici. Fedez e J-Ax sono ormai esperti di talent show televisivi e dicono la loro su un fenomeno molto seguito ma anche molto criticato dai “puristi”.

“Io ho cambiato idea nel tempo, – dice J-Ax – soprattutto quando ho visto che dai talent usciva gente come Giusy Ferreri, Marco Mengoni, Noemi, Emma Marrone, Alessandra Amoroso e i The Kolors. Questo perché i talent sono cambiati: prima erano più autoreferenziali, ora guardano al mercato discografico”.

“Noi andiamo lì a fare musica – aggiunge Fedez – quindi è del tutto coerente con quello che facciamo nella vita. La verità è che si può fare bene e si può fare del bene ai ragazzi che partecipano, soprattutto se vengono seguiti come si deve alla fine del programma”.

di Domenico Naso e Alessandro Madron

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

X Factor, Amici e (il fallimentare) The Voice: la rivalutazione dei talent show ai tempi della ‘musica liquida’

next
Articolo Successivo

Sky Academy, sabato in onda l’incontro milanese con Nicolas Winding Refn

next