WHISKY TANGO FOXTROT di Glenn Ficarra, John Requa (Usa 2016) Con Tina Fey, Margot Robbie, Martin Freeman Durata: 112’ (DT) Voto 4/5

Da tranquilla deskista della redazione di un tg a inviata di guerra in Afghanistan. L’improvvisa accelerata nella vita della 40enne statunitense (costa est) Kim tra burqa, arti spappolati, e la meschina arte dello scoop giornalistico. Di primo acchito Whisky Tango.. fa sorridere parecchio parlando di sessualità e sessismo senza volgarità sia tra occidentali arrapati sotto le bombe, sia nello scontro culturale con i precetti talebani; poi prende una piega secca e decisa di critica etico-professionale sul mondo dei giornali e sulla pochezza umana dei giornalisti che lo popolano; infine sfiora delicatamente le corde di un romantico sentimentalismo che chiude con lacrimuccia la vicenda.
Script di grande equilibrio e brillantezza firmato da Robert Carlock (SNL, Friends), regia briosa e macchina da presa che si incunea a pochi metri da bombe e ferite di guerra (set in Marocco e New Mexico), più una Tina Fey fine stand up comedian in tv che qui recita con navigato e spiritoso understatement. Classico film d’intrattenimento da grande major che non disdegna uno sguardo politico sul tema trattato. Imperdibile.

Film in uscita, cosa vedere (e non) al cinema nel week end del 21 e 22 maggio

AVANTI
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

My life directed by Nicolas Winding Refn, il doc sbarca su Sky

prev
Articolo Successivo

Festival di Cannes 2016, Iggy Pop: “Per dare a Jim materiali sulla mia vita ho contattato anche i miei spacciatori”

next