FQMagazine vi consiglia sette indirizzi gustosi e un libro da leggere a Verona tra un bicchiere di vino e l’altro. Dal ristorante stellato, alla pizza gourmet, fino alla distilleria che affina in anfora.

La Cascina dei Sapori

cascina dei saporiCertificata dalla Guida Pizzerie d’Italia 2016 del Gambero Rosso la pizzeria di Antonio

Pappalardo conferma ancora una volta i Due Spicchi. Nel suo locale lo chef pizzaiolo propone la classica pizza napoletana, ma anche quella in teglia alla romana. La proposta varia ogni tre mesi con la stagionalità dei prodotti.

Da assaggiare: Pizza Battuta di cavallo e fiordilatte, bottarga di muggine, ridicì e stracchino delle Pertiche cremoso.
Indirizzo: Via Evaristo Almici, 1, 25086 Rezzato BS.
Contatti: telefono 030-2593557
Distanza da Vinitaly: 62 km in 41 minuti.

Vinitaly 2016, le tappe gourmet da non perdere a Verona

AVANTI
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Luciano Monosilio, “la cucina è lavoro, la parte spettacolare c’è ma non è tutto”

next
Articolo Successivo

Salumi da Re 2016, una selezione da non perdere: dalla coppa di Parma al culatello con cotenna

next