Da un giro di opinioni tra i vertici delle otto onlus è emerso che, nonostante la complessità dell’esercizio, tutte concordano con Zamagni quando auspica la misurazione dell’impatto sociale delle attività. Qualcuna ha già iniziato a farlo: per esempio Save the children ha abbinato ai principali programmi svolti in Italia per il contrasto alla dispersione scolastica, la lotta alla povertà alimentare dei bambini e il miglioramento degli stili di vita dei minori nelle periferie “una valutazione di impatto attraverso la misurazione di alcuni indicatori prima, durante e dopo l’intervento”. Il tutto “con il coinvolgimento di soggetti indipendenti come Fondazione Agnelli, Fondazione Zancan e l’università La Sapienza di Roma”. Secondo Niccolò Contucci, direttore generale Airc, “quando si tenta di individuare standard di tipo qualitativo per misurare le performance non si riesce a trovare un sistema valido per tutti gli ambiti sociali. Quindi la strada migliore è che ogni organizzazione definisca gli obiettivi che pensa di poter raggiungere nel medio periodo, li comunichi pubblicamente e poi misuri a fine periodo il grado di successo“.

“Noi perseguiamo la trasparenza pubblicando sul sito i bilanci annuali corredati dalla certificazione di una società di revisione, redatti secondo le linee guida emanate dall’ex Agenzia per il terzo settore e nel rispetto dei principi contabili suggeriti dall’ordine dei commercialisti, anche in mancanza di una normativa che renda vincolanti le modalità di rendicontazione per il nostro settore di riferimento”, spiegano invece da ActionAid. “Ma per essere davvero accountable occorre spostare l’attenzione sull’efficacia del lavoro svolto e sull’impatto che ha sulla vita delle persone. Per questo cerchiamo di rendere sempre più evidenti i risultati degli interventi nella relazione di missione e nel bilancio sociale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fondi alla cultura, arriva il 2 per mille ma per i criteri bisogna attendere. E il vecchio 5 per mille resta nel caos

next
Articolo Successivo

Appalti, dopo Mafia Capitale stretta dell’Anac su affidamenti al terzo settore

next