Brutta esperienza per gli europarlamentari del Movimento 5 Stelle che oggi hanno visitato il cantiere dell’Alta velocità a Chiomonte, in Val di Susa. Il trenino che li stava accompagnando dentro la galleria verso il “fronte”, e cioè la parete di roccia che la talpa sta sbriciolando, ha deragliato uscendo dai binari. Così i visitatori sono rimasti bloccati per due ore dentro il tunnel sotto la montagna a 7 chilometri dall’uscita fino a che non sono arrivati i soccorsi. 

(video di Cosimo Caridi)

Il 14 maggio 2013, il cantiere di Chiomonte fu assaltato con un lancio di molotov e di oggetti da un gruppo di No Tav. Tre persone sono state condannate a 2 anni, 10 mesi e 20 giorni. Il 17 luglio scorso la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso con cui la Procura di Torino chiedeva che venisse riconosciuta la validità dell’accusa di terrorismo nei confronti dei tre anarchici.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma, sciopero ferma i mezzi pubblici. Disagi anche a causa di maltempo e cortei

prev
Articolo Successivo

Giubileo, tocca a monsignor Fisichella ricucire lo strappo tra il Papa e Marino

next