“Dal 2012 ci sono imprese francesi, belghe, tedesche, libanesi e cinesi che hanno finanziato formazioni jihadiste per mantenere il caos (e ci sono prove documentali)”. Un’accusa, quella del padre missionario Giulio Albanese, direttore di Popoli e Missione (nel corso di un collegamento telefonico con lo studio di Coffee breack, La7), che fa riferimento ad un rapporto “da pelle d’oca” presentato tre settimane fa a Bruxelles da un’organizzazione non governativa inglese che si chiama”global Witness“. Padre Albanese poi continua: “I giornali sono assenti sulle guerre per il petrolio in Somalia e per il legname nella Repubblica Sudafricana, l’Europa azzera il debito dei paesi africani ma poi li fa accedere a nuove linee di finanziamento che provengono dalle borse europee, quindi prestiti che sono legati alle speculazioni in borsa”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Disabili e la solitudine estiva

next
Articolo Successivo

Cecilia Strada: “Maroni si schiera con sindaci anti-immigrati? Mi dispiace essere cittadina lombarda”

next