Un nuovo sanguinoso attacco terroristico attribuito a Boko Haram ha colpito la Nigeria. A compierlo è stata una donna kamikaze che si è fatta esplodere in un mercato di Sabon Gari provocando “almeno 47 morti e 52 feriti”: lo afferma al Jazeera citando fonti militari e civili.

Il villaggio si trova nello stato nordorientale del Borno, dove imperversa il gruppo jihadista vicino all’Isis. Nella zona, si precisa, è in corso una vasta operazione militare della Task force multinazionale, che unisce diversi Paesi africani, contro Boko Haram.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Turchia, spari contro auto giocatore del Fenerbahce. Il club: “attacco terroristico”

prev
Articolo Successivo

WikiLeaks, “100mila euro a chi svela il contenuto del Ttip”: fondi raccolti via crowdfunding

next