Rubrica mensile che nasce per mettere in risalto l’immagine con la quale fumettisti, cantautori, scrittori e artisti in generale hanno scelto di rappresentare la figura del migrante, tra immagini, musica e parole.

Oggi pubblichiamo il commento di Cristiano De André, celebre cantautore italiano incontrato al termine del concerto organizzato da Beit Live, PiolaLibri e Istituto italiano di cultura a Bruxelles.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

‘Nidi violati’: quando la violenza dei familiari sui minori non c’è

next
Articolo Successivo

Versilia, l’hotel dei vip vieta “selfie” e cellulari a tavola: “Sobrietà e rispetto”

next