“Scenari di un’Italia che cambia” è l’ultimo report condotto da Swg sulle intenzioni di voto. Dai dati emerge un calo del Pd di Matteo Renzi e della Lega Nord di Matteo Salvini (-0,4%), mentre crescono in misura maggiore i voti per il M5s di Beppe Grillo (+1,1%) e di Forza Italia di Silvio Berlusconi (+1%).

Ecco il quadro complessivo che emerge (tra parentesi la percentuale ottenuta alla rilevazione della scorsa settimana):
Pd 38,1% (38,5)
Ncd-Udc 3,9% ( 3,5)
– Altri area governo 0,8% ( 0,9).

Area di governo 42,8% (42,9).

M5s 18,5% (17,4)
Fi 15,5% (14,5)
Lega Nord 13,0% (13,4)
Fdi 3,3% ( 3,0)
Sel 3,8% ( 3,3)
Prc 0,8% ( 1,2)
Verdi 0,7% ( 0,8)

Altro partito 1,6% ( 3,5)

Non si esprime 49,4% (47,7).

La rilevazione è stata effettuata da Swg nei giorni 20-22 aprile 2015 per il proprio report tramite sondaggio Cati-Cawi su un campione rappresentativo nazionale di 2.000 soggetti maggiorenni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

25 aprile, Mattarella: “Pietà per tutti, ma non possiamo equiparare i campi”

prev
Articolo Successivo

Libia, Renzi: “Prodi negoziatore? No dell’Onu per i suoi rapporti con Gheddafi”

next