Hai la mania del Selfie? Sogni al prossimo Festival di Cannes di immortalarti con la tua celebrieties preferita? Spiacenti, quest’anno gli organizzatori del Festival hanno deciso di vietare gli autoscatti sul red carpet: rallenterebbero la sfilata delle star. E’ lo stesso direttore Thierry Fremaux che afferma: “Non vogliamo vietarli perché non siamo la polizia – ha chiarito – ma ci permettiamo di lanciare una piccola campagna per diminuirli”. Il Presidente Pierre Lescure aggiunge: “Non sono sembrate mai così brutte come nei loro selfie. E quelle foto fanno il giro del mondo”.

Quest’anno sul red carpet compostezza e eleganza, anche se sarà difficile che le celebrità rispetteranno le nuove regole. Basti pensare anche alla viralità degli stessi autoscatti: durante la notte degli Oscar del 2014 il selfie di gruppo scattato da Bradley Cooper e postato da Ellen DeGeneres ha avuto più di 3 milioni di retweet.

Intanto, Apple in un comunicato vieta i “selfie stick“, i famosi bastoni che fanno da supporto agli smartphone per le foto a distanza, alla prossima conferenza per gli sviluppatori che si terra’ dall’ 8 al 12 giugno a San Francisco. Nelle location del Moscone West e degli Yerba Buena Gardens, location della Worldwide Developers Conference (WWDC), divieto di utilizzo assoluto. “Chiunque trasgredirà a queste regole sarà allontanato dalla conferenza“, precisa Apple. Non è la sola: già negli stadi della Premier League inglese, in numerosi musei come la National Gallery di Londra e gli Uffizi di Firenze, ed eventi come il Coachella Music Festival i selfie stick non sono ammessi.

Ci sono, inoltre, delle località come il Lago Tahoe in Usa in cui i guardiani sono diventati dei veri e propri “censori del selfie”: in questo posto immerso tra le montagne della Sierra Nevada è assolutamente vietato fotografarsi; così come nella spiaggia di Garoupe in Francia in cui gli autoscatti sono vietati per motivi di “salute pubblica” e rispetto ambientale. Una vera e propria guerra alla moda del momento. Sicuramente a Cannes saranno felici i fotografi accreditati in quanto da tempo lamentavano il fatto che le star presenti perdevano più tempo a farsi foto da sole rispetto a quello che dedicavano alle foto ufficiali.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mostro di Loch Ness, Google Doodle dopo 81 anni celebra la più grande bufala di sempre

next
Articolo Successivo

Nobraino, le scuse della band: “Post sui migranti imperdonabile errore”. Lorenzo Kruger: “Enorme ingenuità”

next