“Ho visto colpire delle persone. Ho visto morire un testimone davanti a me”. A parlare è Luigi Orsi, pubblico ministero di Milano, che si trovava in udienza quando Claudio Giardiello ha sparato. E’ spaventato ma sta bene Orsi, che è uno dei sostituti procuratori più stimati della Procura di Milano, dove è esperto in reati economico-finanziari. In tal senso, Orsi si è occupato delle inchieste più importanti degli ultimi anni: dal caso Fonsai, alla scalata Bnl-Unipol, fino al crack del San Raffaele.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Sindaco di Marino arrestato: “Assunzioni in cambio di permesso per fast food”

next
Articolo Successivo

Moby Prince, ok a commissione inchiesta dopo 24 anni. Ecco su cosa indagherà

next