“Nessun confronto con Monti, nemmeno due parole”. Così il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini ed ex segretario di SC, spiega a Milano a margine de ‘Le Idee di Expo‘ il gelo che si è creato tra i transfughi di Scelta Civica (lei compresa ndr) verso il Pd e il fondatore del partito Mario Monti. “Non sono stati gli esponenti di Scelta Civica passati al Pd ad abbandonare l’ex premier Mario Monti – precisa -, ma è Monti, in verità, che ha lasciato noi un anno e mezzo fa”. E alla domanda se sia diventata ‘renziana’, sorride ma non risponde  di Francesca Martelli

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Banche, Boschi: ‘Papà al vertice dell’Etruria? Non c’è conflitto d’interessi, è per tutti gli istituti’

next
Articolo Successivo

SC, Boschi: ‘Non è campagna acquisti. Riforme? Lavoreremo 14 ore tutti i giorni’

next