Due pescherecci italiani, entrambi provenienti dalla Sicilia, il “Jonathan” di Siracusa e l’”Alba Chiara” di Cagliari (di stanza però a Riposto, nel catanese), sono stati sequestrati in Egitto dalle autorità locali, che starebbero valutando la posizione dei componenti gli equipaggi. La notizia è stata diffusa da altri pescherecci presenti nello stesso tratto di mare. I familiari dei sequestrati e la Farnesina hanno confermato la notizia. Fonti interne dell’ambasciata hanno rivelato che a bordo delle imbarcazioni c’erano degli italiani e che il fermo è avvenuto perché i pescherecci sarebbero entrati in acque territoriali egiziane senza autorizzazione.

Renato Murgia, il rappresentante legale del peschereccio registrato a Cagliari, ha detto che l’imbarcazione attualmente si sta dirigendo verso Alessandria d’Egitto e di non sapere le motivazioni che hanno portato al sequestro delle due imbarcazioni. “Abbiamo contatto l’ambasciata – ha sottolineato – e siamo in costante contatto con la Guardia costiera”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Greta e Vanessa, parla il pizzaiolo Yasser: “Le ho aiutate, non vendute”

next
Articolo Successivo

Animalisti contro McDonald’s: doppio blitz in centro a Milano

next