Tra le norme approvate dal Consiglio dei ministri ci sarà anche “la responsabilità civile dei magistrati. Chi sbaglia paga”. Lo ha detto Matteo Renzi in conferenza stampa al termine del Cdm. Sulle intercettazioni ha precisato: “Non si vuole mettere il bavaglio, ma non si possono ledere i diritti personali nella pubblicabilità”. Inoltre sui tempi della giustizia civile ha spiegato: “La riforma consentirà all’Italia di dimezzare i tempi del contenzioso civile e dell’arretrato”. Poi a grandi linee ha parlato del “dimezzamento della pausa estiva” e della “riduzione dei tempi per la separazione dei coniugi”  di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cesano Boscone, l’innamorata respinta da B: “Lui non molla, perché dovrei farlo io?”

next
Articolo Successivo

Pd, Bersani: “Io e Renzi? Ho il difetto che non riesco a dire che gli asini volano”

next