“Io vado avanti nel mio lavoro, le parole del presidente del Consiglio sono giuste. La spending review è troppo importante per essere legata a una persona”. Così Carlo Cottarelli, commissario alla revisione della spesa, al fattoquotidiano.it, respinge l’ipotesi di dimissioni. Il presidente del consiglio Matteo Renzi, nei giorni scorsi, lo aveva liquidato: “Non è Cottarelli il punto fondamentale, la spending review la facciamo anche se va via”. Il commissario, a margine dell’audizione in Commissione bicamerale per l’attuazione del Federalismo fiscale, ha spiegato i prossimi impegni: “Entro oggi voglio consegnare il progetto sulle società partecipate”. Le dimissioni, per il momento, sono rimandate  di Nello Trocchia

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5S becca la “pianista Repetti (FI)”. Scoppia la bagarre in Aula al Senato

next
Articolo Successivo

Riforme, Lezzi (M5S): ‘Inutili, problema è economia’. Verducci (Pd): ‘A settembre’

next