Il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, ha incontrato il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, prima dell’ingresso nel comune ragusano di Pozzallo per un tavolo con i sindaci e le autorità coinvolte nell’emergenza sbarchi e l’operazione Mare Nostrum. “Dobbiamo usare i soldi di questa operazione in Africa – spiega il leader leghista -. Ho chiesto ad Alfano di dare una sveglia a Renzi che è il grande assente” spiega il segretario della Lega, Salvini, negando però che la rinnovata vicinanza ad Alfano nasconda l’obiettivo di dare una spallata al Governo. Il ministro, interpellato sulla stretta di mano con il leader del Carroccio, spiega a ilfattoquotidiano.it: “Mi fa piacere che sul tema ci sia un avvicinamento, non ci vergogniamo dei risultati dell’operazione ‘Mare Nostrum’, l’Europa nel suo insieme deve capire che bisogna andare in Libia a montare le tende e a spiegare come si viene in Europa. O l’Unione si fa carico del presidio del Mediterraneo oppure noi non potremo più proseguire da soli”  di Saul Caia e Dario De Luca

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legge elettorale: dare al M5S una terza chance di dialogo

next
Articolo Successivo

Riforme, caso Mineo: quando al Senato Zanda si scagliava contro le sostituzioni del Pdl

next