Dopo 19 anni in nerazzurro, oltre 700 presenze con la maglia dell’Inter e 16 trofei alzati al cielo, lo storico capitano della Beneamata Javier Zanetti ieri sera a San Siro ha dato l’addio al calcio giocato dopo il match vinto dagli uomini di Mazzarri per 4 a 1 sulla Lazio. Una festa, quella per l’addio del numero 4 argentino, che ha commosso tutto lo stadio e gli sportivi italiani, che del calciatore sudamericano hanno apprezzato correttezza e professionalità, oltre che le caratteristiche tecnico-tattiche. Moratti: “Si merita tutto il nostro bene”. Zanetti in lacrime. E la società pensa di ritirare la maglia con il suo numero

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Capitan Zanetti: stasera l’ultimo scatto a San Siro

prev
Articolo Successivo

Scontri Olimpico, a Napoli presidio per Ciro Esposito. Lo Zio: “Via il questore di Roma”

next