Sulla questione degli 80 euro in più per i lavoratori con busta paga – dal prossimo maggio operativa attraverso uno sconto sull’Irpef – Alessia Mosca, deputata democratica in campagna elettorale per le prossime elezioni europee, incontrata in un circolo del Pd della Bergamasca, se la prende con chi definisce “benaltristi”, ovvero coloro per i quali ci vorrebbe ben altro per ridare fiducia alla gente e rilanciare l’economia. “Invece questo è un provvedimento concreto, che le tasche dei cittadini sentiranno” sostiene la Mosca, che però aggiunge: “Certo restano fuori alcune categorie, come le partite Iva e gli incapienti, ma da qualche parte bisognava partire”. Sulla possibilità di ingresso nella maggioranza di Forza Italia di Silvio Berlusconi, così come proposto da Sandro Bondi, Alessia Mosca è diretta: “Chi ci vuole stare ci stia, noi andiamo avanti per la nostra strada”  di Fabio Abati

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Comuni al voto, a Pompei si profila la strana alleanza Pd-Forza Italia

next
Articolo Successivo

Renzi caro, te lo do io un miliardo di euro!

next