Matteo Renzi cerca il bagno di folla per il centro di Milano: dall’Expo gate in piazza Castello alla sede operativa dell’Esposizione universale stringe mani ai cittadini, ma le forze dell’ordine tengono a debita distanza i cronisti. “Arriveranno mai gli 80 euro in busta paga promessi ai lavoratori dipendenti, anche a co.co.co e co.co.pro?”. Niente, il premier continua a camminare. Non si sottrae mai alle battute: “Sono il quarto premier che viene qui? Il quinto sarà meglio”, sorride e va via   di Franz Baraggino e Francesca Martelli

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Renzi non risponde sull’azienda di famiglia. E gli agenti spingono via il cronista del Fatto

next
Articolo Successivo

Padova, Grillo pro secessionisti veneti: “Se fate un referendum io sto con voi”

next