“Il premier Renzi dice che cerchiamo visibilità? Parla proprio lui che in questo è un maestro”. Alfredo D’Attorre, deputato Pd, risponde così –  a margine della direzione del Partito democratico – all’affondo di ieri del presidente del Consiglio nei confronti dei 22 senatori firmatari del ddl Chiti che propone una riforma del Senato alternativa a quella approvata dal governo in Consiglio dei ministri. “Il testo presentato dai 22 dissidenti – spiega il deputato Pippo Civati – è identico a quello presentato da me alla Camera tempo fa. Di sicuro il ddl non sarà ritirato”. Dopo l’apertura del Movimento Cinque Stelle alla proposta alternativa della sinistra dem, il senatore Pd Corradino Mineo chiosa: “Il dato politico è che il disegno di legge del governo ha in Senato meno voti del testo di Chiti”. “E’ una proposta ragionevole – aggiunge il senatore M5S Sergio Puglia – sottoporremo la proposta al voto online e vedremo come si esprimerà la rete”  di Annalisa Ausilio e Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Intercettazioni, Verdini al Senato: ‘Compriamo macchina anti-registrazioni’

next
Articolo Successivo

Renzi boccia Settis, Civati (Pd): “Sbagliato e superficiale attaccare la cultura migliore”

next