I finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato l’imprenditore calabrese Pasquale Capano, collegato alla ‘ndrangheta e ad ambienti della criminalità romana (banda della Magliana e clan Casamonica). L’uomo, attraverso l’utilizzo di società intestate a prestanome, ha posto in essere una serie di investimenti nel settore turistico immobiliare agevolando il clan ‘ndranghetista Muto di Cetraro (Cosenza), tant’è che i beni e le aziende erano già stati oggetto di sequestro nel tempo. Durante le perquisizioni le Fiamme Gialle hanno rinvenuto nel computer dell’imprenditore una lettera indirizzata ad altro pregiudicato, una vera e propria lezione secondo il ‘codice mafioso‘ in cui si sottolineava anche come “l’affiliazione ‘ndranghetista fosse una vera e propria scelta di vita“. “La prima cosa che mi è stata spiegata – si legge nella email – nelle prime frequentazioni di alcuni ambienti è stata la differenza fra concetto di amicizia e fratellanza. Infatti l’amicizia è espressione di una frequentazione abituale, la fratellanza rappresenta un legame. E’ proprio su questo principio – continua – che è stato concepito il rituale iniziatico di accettazione e ingresso nella sacra famiglia e onorata società, radicato nella storia antica della nostra terra d’origine, la Calabria”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Moby Prince, “mail bombing” dei familiari ai partiti: “Subito commissione d’inchiesta”

prev
Articolo Successivo

Costa Concordia, a marzo si sceglie il porto. Orlando: “Meno strada fa e meglio è”

next