“Non c’è nessuno stop: nei primi mesi del 2014 sarà approvata la legge per concedere la cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia“. Parola del ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge, in una conferenza stampa convocata a Roma all’Associazione stampa estera, per affrontare i temi legati a immigrazione e sbarchi. “A breve – continua il ministro – sarà calendarizzato in Parlamento il provvedimento per introdurre lo Ius soli“. Al centro dell’incontro con i giornalisti anche la tragedia di Prato. “Bisogna lavorare per l’integrazione e – spiega la Kyenge – coltivare in questo senso i rapporti con il governo cinese. Stiamo lavorando gradualmente anche per cambiare molti aspetti della legge Bossi-Fini che vanno nella direzione dell’integrazione”  di Annalisa Ausilio

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carceri, Napolitano: “Il Parlamento si prenda la responsabilità di un indulto”

next
Articolo Successivo

Le primarie del Pd secondo il Terzo Segreto di Satira

next