Vertice di maggioranza a Palazzo Chigi, sul tavolo i provvedimenti economici. Il Ministro per i rapporti con il Parlamento Dario Franceschini, al termine della riunione, prima annuncia che entro luglio ci sarà la prima lettura del DdL Costituzioinale“, poi che “prima del consiglio Europeo di fine giugno arriverà un ‘decreto-fare‘ che, insieme ad un disegno di legge, interverrà con misure fiscali, per l’occupazione, per la semplificazione, per le Pmi”. Ma alla domanda se ci sarà anche lo stop dell’aumento Iva, Franceschini risponde: “C’è una scadenza che riguarda l’Imu che è il 31 di agosto, e c’è una scadenza più ravvicinata che riguarda l’Iva, il 30 giugno. Ma è ancora presto perché servono risorse, non parole”. Zanda, capogruppo del PD al Senato, sostiene però che il tema non è stato trattato. Mentre il Pdl Brunetta si limita a ripetere più volte: “Le risorse vanno trovate, le risorse vanno trovate”. E ancora: “Bisogna evitare il solo rinvio dell’Iva, ed evitare che aumenti”  di Manolo Lanaro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezioni amministrative 2013 – Il trionfo del M5S e la crisi del Pdmenoelle

prev
Articolo Successivo

Ballottaggi, sventole siciliane e vocazione a farsi male

next