L’ex medico Mario Spallone, 96 anni, famoso anche per essere stato il medico di Togliatti è morto a Roma alle 15.50 nella clinica Annunziatella. 

Nato in un piccolo paese d’Abruzzo, Lecce dei Marsi, è cresciuto ad Avezzano e si è laureato in medicina nella Capitale. Ha svolto la sua attività tra l’Abruzzo e Roma. “Giovane medico è stato partigiano antifascista ed è diventato medico ed amico – ha ricordato una nipote – di molti protagonisti politici della Repubblica italiana, tra i quali Togliatti, Nenni, Amendola, Longo, Nilde Iotti, Napolitano e Secchia”. Spallone era stato sindaco della città di Avezzano dal 1993 al 2001.

Domani nella clinica di famiglia Annunziatella, dove è morto, sarà aperta per tutto il giorno la camera ardente. Venerdì alle 12 sarà invece aperta la camera ardente a Lecce dei Marsi. Nel piccolo comune alle 15 si svolgeranno i funerali.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ritiro di penitenza per il cardinale O’Brien: “Vada fuori dalla Scozia”

next
Articolo Successivo

Incidente Genova, funerali con Napolitano e Boldrini. Bagnasco: “Mai più tragedie”

next