Le strane dimissioni del ministro Terzi che dice: “Non dovevamo rimandare i due militari in India. Lascio per salvare l’onore del Paese”. Nessuno era stato avvisato della decisione del titolare della Farnesina e ora a Monti toccherà l’interim degli Affari esteri. Una tempesta che rende molto bene l’immagine del Paese e del suo governo. Peccato che il futuro non lasci sperare niente di buono con il percorso tracciato da Bersani sempre più stretto, in attesa di incontrare anche i rappresentanti del Movimento 5 Stelle. Sul Fatto Quotidiano i retroscena delle trattative in corso e soprattutto le possibili soluzioni. Infine l’ultimo atto della polemica a distanza fra Grasso e Caselli con il procuratore capo di Torino che scrive al Csm dopo le parole del presidente del Senato a Piazzapulita. Tutto questo e molto altro ancora nell’edizione del 27 marzo. Ci vediamo ‘In edicola’: ogni sera le anticipazioni su ilfattoquotidiano.it (riprese e montaggio Paolo Dimalio, Samuele Orini, elaborazione grafica Pierpaolo Balani).
Tutte le offerte di abbonamento al Fatto Quotidiano

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Grillo e i troll, sfida allo specchio

prev
Articolo Successivo

Mantovani, la regina degli appalti pubblici tra giornali e servizi segreti

next