Le ultime due settimane di Napoli sono stati i “giorni orribili” del sindaco Luigi De Magistris. Il crollo in Riviera di Chiaia, il rogo alla Città della Scienza e le previsioni economiche tutt’altro che positive fatte dall’agenzia di rating Moody’s. Al di là degli ultimi casi di cronaca, che bilancio fanno i napoletani dell’amministrazione De Magistris? Ilfattoquotidiano.it è andato per le strade della città del Vesuvio per capire cosa ne pensano i cittadini. Dal tassista allo scrittore dalla casalinga all’imprenditore, giudizio unanime: il primo cittadino deve cambiare marcia e metodo per mantenere le promesse della campagna elettorale del 2011 di Andrea Postiglione

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli dopo due anni di De Magistris: il bilancio lo fanno i cittadini

next
Articolo Successivo

Lino Romano, Salvatore Baldassare e gli irrecuperabili della camorra

next