Le anticipazioni del Fatto Quotidiano del 31 gennaio. Vi raccontiamo i retroscena della cessione de La7. Da settembre è partito l’iter, ma la strada per la scalata all’emittente televisiva, messa in vendita da Telecom Italia Media, si è fatta subito ripida per chi l’ha tentata. Ed ora arriva il colpo, molto politico. Poi, lo scontro senza precedenti tra due dei magistrati in prima fila negli ultimi anni: Ilda Boccassini e Antonio Ingroia e le disposizione date agli operai della Fiat di Grugliasco sul modo di sorridere durante l’inaugurazione dello stabilimento per la produzione della nuova Maserati al cospetto dell’ad Sergio Marchionne. Ed ancora lo scandalo Mps. Sul registro degli indagati della procura di Siena non ci sono soltanto i nomi degli ex vertici, ma anche la banca stessa. L’istituto è stato iscritto per responsabilità amministrativa per quanto avvenuto durante la gestione del precedente management. E l’intervista a Tinto Brass. Il regista, che compirà 80 anni il prossimo marzo, racconta i segreti di una carriera pluridecennale. Ci vediamo ‘In edicola’: ogni sera le anticipazioni su ilfattoquotidiano.it (riprese e montaggio Paolo Dimalio, Samuele Orini, elaborazione grafica Pierpaolo Balani). Tutte le offerte di abbonamento al Fatto Quotidiano

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Gabanelli: “Candidarmi? Lega e Pd me lo hanno chiesto, ma ho sempre detto ‘no'”

prev
Articolo Successivo

Televoto, Monti miglior amico dell’Imu e Alfano miglior amico dell’uomo

next